Life per il Sile
Home » Avanzamento

Azione C4 Interventi per la fauna acquatica autoctona

Gli interventi a favore della fauna acquatica autoctona sono finalizzati al ripristino della biodiversità e in particolare delle specie ittiche di interesse comunitario presenti nelle aree Natura 2000 a cui è rivolto questo progetto, Salmo trutta marmoratus, Austropotamobius pallipes, Cottus gobio e Lampetra zanandreai, Barbus plebejus presenti in Allegato II Dir. 92/43/CE ed inoltre (Thymallus thymallus), specie importante di interesse conservazionistico elencata nel DPR 357/97 e DPR 120/003.

Un primo intervento sarà costituito dalla rinaturalizzazione di un tratto di circa 150 metri per sponda del Taglio di Sile in località Fossa Storta di Vedelago (TV). Su questo tratto, ora completamente rettificato e banalizzato, onde favorire il ricrearsi di habitat idoneo alle specie target di progetto e quindi volto anche alla salvaguardia delle stesse specie, si effettueranno degli interventi mediante la posa in opera di deflettori di corrente, realizzati con materiale completamente naturale che assolveranno le seguenti funzioni per queste specie: la velocità e indirizzare la corrente in habitat-chiave, ad esempio in ricoveri sottosponda; favorire, con il loro posizionamento alternato, la formazione di una meandrizzazione e la variabilità morfologica totale; ripulire dai depositi fangosi i siti ghiaiosi di ovodeposizione dei pesci e le aree critiche per la produzione dei macroinvertebrati; ridurre l'erosione; realizzare aree a bassa velocità di corrente a valle dei deflettori, stimolare la formazione di barre; favorire lo sviluppo della vegetazione riparia; mantenere temperature dell'acqua più basse; fungono inoltre da ombreggiatura, zona rifugio, zona riproduzione di cibo, realizzazione di microhabitat, aumento della diversità e del disordine ambientale indispensabile per favorire la biodiversità.

La scelta dell'utilizzo di deflettori, come strumento di rivitalizzazione ecologico funzionale, è particolarmente indicata per questo tratto di fiume Sile, caratterizzato da acque poco profonde e con debole pendenza, prive di buche e di ripari per pesci. Sono inoltre economici, di semplice costruzione, facilmente modificabili per adattarli alle condizioni del sito. Saranno realizzati con la tipologia a massi con pali e fascinate. Associato al deflettoresi realizzeranno ricoveri per pesci sottosponda con un alto valore ambientale per la fauna ittica. Il ricovero artificiale sarà realizzato nel corpo del deflettore lasciando cavità entro i dispositivi posti in alveo.

Saranno inoltre ricreati dei letti di frega per la trota marmorata ed il temolo, subito a valle dei deflettori in sponda opposta, nei punti di maggiore velocità di corrente in modo tale da assicurare il non intasamento degli interstizi ed una buona ossigenazione del materasso ciottoloso.
Gli interventi sulle specie target che sono volti alla massima tutela di queste specie, avverranno anche mediante realizzazione di specifici regolamenti per le attività alieutiche che possono interferire sia con la specie sia con l'habitat stesso di specie, tale attività sarà a carico della Provincia. Si effettueranno inoltre azioni di ripopolamento mediante immissione di materiale giovanile, trotelle di marmorata 4-6 cm e temoletti 9-12 cm.

Nel caso del Cottus gobio (Scazzone) si prevede, sulla scorta dell'esperienza del LIFE "SCI d'acqua", di favorire sia la riproduzione che la stabulazione in natura intervenendo come già descritto per A. pallipes con il controllo dei predatori alloctoni e con sistemazioni del fondo dell'alveo. Anche per lo Scazzone si prevede l'utilizzo di substrati artificiali (tipo laterizi forati) atti al miglioramento morfologico-funzionale del fondo. Gli interventi, partendo da popolazioni naturali del fiume Sile stesso, saranno di cattura e reimmissione nelle aree debitamente allestite, favorendone altresì la dispersione in tutte le aree vocate. Le aree oggetto di intervento saranno nei pressi delle sistemazioni dei fontanili e nel Taglio del Sile.

2017 © Parco Naturale Regionale del Fiume Sile
Via Tandura, 40 - Villa Letizia - 31100 Treviso (TV) - Telefono: 0422/321994 Fax: 0422/321839 - E-mail: life@parcosile.it
Netpartner: Parks.it